Emiliano:“Non pensavo a una vittoria così larga“
21 Settembre 2020
De Risio e Celiento all’unisono: “Auteri, ci stimola molto e fa giocare bene”
22 Settembre 2020

“Tra Bari e Trastevere il cuore è diviso a metà, ma tiferò Trastevere”

“A Bari lascio sempre un pezzo di cuore e tiferò per sempre Bari, ma da professionista quale sono dovrò tifare per il Trastevere, società dove attualmente lavoro”, un passaggio delle dichiarazioni di uno dei prof.più amati d’Italia e soprattutto preparatore atletico ex Bari, Duccio Curione, anche noto opinionista sportivo per la trasmissione di Antenna Sud condotta dalla giornalista, Claudia Carbonara. Duccio Curione da questa stagione è uno dei preparatori di punta del settore giovanile dell’ASD Trastevere Calcio, formazione capitolina che soltanto qualche giorno fa ha affrontato in amichevole la Salernitana di Lotito. Mercoledì sera, anzi alle 17,30 ci sarà la partita di Coppa Italia tra Bari e Trastevere, la cui designazione arbitrale sarà affidata al signor Luca Massimi della seziuone di Termoli. Le due formazioni non si sono mai affrotnate ufficialmente.

Duccio, come sarà reincontrare il tuo Bari? Ci sarai e se il tuo cuore sarà diviso a metà?

Sicuramente sarà una partita storica perché le due formazioni non si sono mai affrontate. Per il sottoscritto molto particolare perché il mio cuore sarà diviso a metà., ma essendo un professionista farò il tifo per il Trastevere, la società per la quale lavoro, ma al di la del risultato sarò in ogni caso contento se vincesse il Bari e passasse il turno. La squadra capitolina verrà a Bari ad affrontare la partita con impegno in una vetrina unica che è lo stadio San Nicola. Solo chi ci ha lavorato e calcato quel campo, anche magari da avversario, può avvertire certe emozioni uniche”.

Qual è l’elemento più pericoloso e promettente del Trastevere?

Ritengo che Davide Lorusso sia il piu pericoloso e rappresentativo della squadra. E’ un classe 1996, forte fisicamente e veloce. E’ un esterno sinistro ed ha qualità per giocare in categorie superiori”.    

Dei nuovi innesti del Bari di Auteri chi ti ha colpito maggiormente e ritieni possa fare la differenza?

Il direttore sportivo Romairone sta costruendo una squadra molto fote e si vede in piena sinergia con le idee tecnico-tattiche dell’allenatore. Sta allestendo una squadra con un criterio logico, con giocatori funzionali e pronti per il gioco offensivo di mister Auteri. Tra i nuovi acquisti penso che Marras possa integrarsi benissimo nel modulo d Auteri e darà un grande contributo alla causa biancorossa. E’ un piccoletto, ma ha estro, l’assist ed il gol nelle corde”.

Capitolo calciomercato: in entrata potrebbe esserci uno tra Ciurria o il barese Cianci, chi tra i due potrà essere più duttile? In uscita, invece, tra le cessioni più clamorose potrebbe esserci quella del centrocampista Hamlili e/o dell’attaccante Simone Simeri. Di questi ultimi due di chi non ti priveresti?

Cianci lo conosco personalmente, e sono sicuro che qualora si dovesse concretizzare andrebbe a completare il reparto offensivo. Cianci ama Bari e darebbe quel pizzico di baresità che non guasta. In uscita, sia Hamlili e Simeri, sono entrambi due giocatori che fanno parte della rinascita, difficile sceglierne uno, ma se dovessi risponderti non farei a meno di uno come Simeri, che forse se in finale non si fosse fatto male dopo sei minuti, sarebbe anche potuta finire diversamente, ma alla fine prevale la linea societaria insieme alle reali intenzioni del giocaotore che è ricordo in scadenza di contratto”.

Una battuta finale su un altro bomber barese, ma che è diventato un nuovo giocatore del Bitonto, Peppe Genchi dove ritroverà mister Gianni Iurino, preparatore dei portieri, con il quale hai lavorato in passato.

Con Peppe (Genchi, ndr) ci siamo visti due giorni fa, prima di ripartire per Roma e gli ho augurato personalmente ‘buona fortuna’. Genchi è un bomber nato da quando era poco più che sedicenne e già segnava a caterva. Su mister Gianni Iurino, con il quale ci ho lavorato a Bari, dico senza nascondermi che è tra i migliori portieri nel panorama pugliese ed è ‘attenzionato’ anche su a livello nazionale. So quanto Gianni ci teneva alla promozione storica conquistata sul campo dal suo Bitonto, ma ora è pronto per calarsi nuovamente nel campionato dilettantistico per falro da protagonista. Un abbraccio ad entrambi”.

M.Iusco

 

 751 total views,  2 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *