Pane e quotidiano con Biancamaria Frabotta (IV parte)
1 Luglio 2022
Anna Gomes ci parla nel suo ultimo libro ‘ Racconti’
1 Luglio 2022

Tra visite, ufficialità e giocatori in odore di cessione

Manca poco all’inizio della preparazione della prossima stagione che vedrà il Bari tornare nella serie cadetta dove mancava dal 2017/2018, quell’ultima maledetta partita pareggiata con il Cittadella, ma che valse l’eliminazione e dopo poco più di un mese il fallimento dei biancorossi, rinati grazie alla proprietà De Laurentiis, ripartendo però dalla D. Una scalata dalla D alla B e chissà che si potrà completare nel giro di due stagioni, termine massimo dove la proprietà sarà chiamata a prendere la decisione di lasciare e vendere oppure di raddoppiare lasciando Napoli. Però piedi bassi, inutile fare voli pindarici anche perché ad oggi, per fatturato e posizione più prestigiosa tutto fa propendere che la decisione finale della Filmauro, prenderà in considerazione la possibilità di cedere il Bari, salvo che si dovesse approdare subito in A nella prossima e in quel caso, dovrebbero affrettare i tempi, oppure dovessero vincere in ricorso la sentenza che allungherebbe i tempi per la cessione ma anche in quel caso, significherebbe per il tifoso barese che la squadra della propria città è ancora in B, perché due squadre con la stessa proprietà ad oggi non ci sono ancora le condizioni tali per poterlo accettare. Il Bari, pertanto, al di là delle faccende burocratiche, ripartirà lunedì con le visite mediche per poi partire tra il pomeriggio del 6 o la mattina stessa del 7 in quel di Roccaraso, dove si svolgerà il ritiro biancorosso. Non sono state ancora comunicate le amichevoli, ma dovrebbero essere tre, da informazioni raccolte in nostro possesso. I giocatori che lunedì saranno ufficializzati, forse già domenica pomeriggio con una nota del club, saranno Elia Caprile, portiere ed i difensori Dorval e Bosisio, due giovani promesse che potranno se ci crederanno ritagliare un ruolo importante, Invece, il diesse Ciro Polito sta tentando l’assalto al difensore centrale Vicari per rafforzare la difesa, mentre sull’attacco punta fortemente su Gabriele Moncini del Benevento, sul quale oltre al Frosinone si è inserito il Perugia. L’alternativa è Puscas,. Il ragazzo vorrebbe tornare in biancorosso, ma c’è anche il Pisa pronto a richiederlo dal Reading nuovamente in prestito. Lungo la mediana in uscita, De Risio e Scavone, sui quali l’Avellino sta sondando il terreno per affondare i colpi nei prossimi giorni e forse nella prossima settimana.  Infine, in entrata se si è complicata la pista che portava al ritorno di Folorunsho del Napoli, per Benedetti di proprietà della Samp ma nell’ultima stagione all’Imolese ci sono buone possibilità che la mezzala giunga con la formula del prestito con diritto di riscatto. Non sono però da escludere colpi a sorpresa da parte del direttore sportivo biancorosso, come per esempio un ritorno eccellente di un giocatore che ha fatto parte della storia del Bari e che è ricercato in A da club di fascia medio-alta. Sfumate invece le piste che portavano al terzino Sabelli ed al difensore Vogliacco, con quest’ultimo che potrebbe accasarsi al Lecce. (Ph. Tess Lapedota).

M.I.

 240 total views,  3 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *