La pandemia mina pure la psiche: ora serve potenziare i centri riabilitativi
13 Ottobre 2021
La siccità minaccia la quantità di olive e naturalmente il prezzo
13 Ottobre 2021

Trasporto scolastico: a rischio 70 milioni per potenziare il parco bus

“”Bisogna usare subito le ingentissime risorse per i nuovi mezzi adibiti al trasporto scolastico””, l’istanza rimasta nei cassetti di politici, amministratori e assessori regionali in Puglia. E così  il gruppo consiliare della Lega ha deciso di non indugiare oltre e presentato una mozione per potenziare finalmente il trasposto allo scopo di evitare altri disagi per scuole e famiglie. “Da quasi due anni giacciono nei cassetti della Regione Puglia oltre settanta milioni destinati al rafforzamento del servizio di trasporto scolastico regionale per acquistare nuovi autobus. Si tratta di risorse provenienti dai fondi Cipe oltreché dal Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibile per incentivare il trasporto scolastico in sicurezza in tempi di pandemia. Abbiamo presentato una mozione per impegnare la Giunta regionale, e in particolare l’assessore Maurodinoia, a ripartire immediatamente tra le associazioni di trasporto le somme a disposizione, accelerando l’iter per la preparazione della gara per l’acquisto dei mezzi. Non c’è più tempo da perdere”, l’appello che risuona nuovamente dai banchi del gruppo leghista composto dai consiglieri Davide Bellomo, Giacomo Conserva, Gianni De Blasi e Joseph Splendido. “L’avvio dell’anno scolastico ha generato tantissimi disagi ai pendolari, assembramenti, proteste per doppi turni e per  l’assenza di trasporti adeguati. Le misure messe in atto sono state insufficienti a garantire il regolare rientro a scuola, evitando scaglionamenti e doppi turni che, purtroppo, hanno causato enormi problemi a studenti, famiglie, docenti e personale della scuola”, il commento alla loro mozione dei consiglieri regionali di Minoranza. Attraverso questa mozione, che porta come prima firma quella del consigliere  Conserva, è stato quindi chiesto ancora una volta al presidente Emiliano e all’assessore ai trasporti Maurodinoia di velocizzare la ripartizione delle somme e procedere all’iter burocratico per l’acquisto dei nuovi autobus. Ma è stato anche chiesta la convocazione d’un tavolo istituzionale con i sindacati per decidere le misure concrete da mettere in campo, senza perdere altro tempo, visto e considerato che già dai primi di agosto il Governo aveva approvato il decreto con le nuove misure per il nuovo anno scolastico, con la Regione Puglia in eterno ritardo. Per potenziare il trasporto pubblico erano necessari 350 autobus in più e almeno 450 autisti, ma il piano dei trasporti era in alto mare. Ed è per questo che agli assessori pugliesi,  Maurodinoia a Leo fino a Lopalco, avrebbero dovuto darsi da fare per tempo, se veramente avessero avuto a cuore la scuola pugliese e la sua ripresa in sicurezza. E invece siamo a quasi un mese dalla prima campanella nelle nostre scuole e istituti scolastici e una settantina di milioni di euro per potenziare i trasporti potrebbero tornare al mitetnte o finire nel bilancio di altre regioni. Molto più capaci e virtyuose della nostra povera Puglia…da mettere in castigo dietro alla lavagna!

Antonio De Luigi

 204 total views,  1 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *