Una moneta celebra le orecchiette e il Primitivo
29 Giugno 2022
Vicari e Moncini i nomi più caldi, ma non sono da escludere Puscas o Donnarumma
29 Giugno 2022

“Trentadate” di scena nei musei e castelli di Puglia

Un viaggio fra narrazioni, voci e orchestre animato da artisti d’eccezione; una rassegna culturale di ampio respiro che intesse relazioni nuove tra musica, arte e teatro. Dal 30 giugno al 30 luglio tutti i Musei, Castelli e Parchi archeologici del Ministero della Cultura – Direzione Regionale Musei Puglia ospiteranno la prima edizione del festival itinerante “Trentadate”. Il cartellone di eventi nasce da un’intesa programmatica – la prima di questo genere in Pugliatra il Ministero della Cultura – Direzione Regionale Musei Puglia e ilTeatro Pubblico PuglieseConsorzio Regionale per le Arti e la Cultura, finalizzata a offrire un’ampia ed innovativa offerta culturale, espressione del valore e dell’identità del territorio tra luoghi, arti e creatività. Musei, Castelli e Parchi Archeologici saranno il palcoscenico di un’inedita contaminazione, con l’apertura straordinaria al pubblico nelle ore serali, senza alcun costo aggiuntivo rispetto al normale ticket di ingresso. Per il Direttore Regionale Musei Puglia, Luca Mercuri: “Siamo felici di poter offrire al territorio un’opportunità nuova, un festival di qualità che arricchisce l’offerta culturale pugliese, in un momento di grande fermento turistico. Sempre di più, i musei di Puglia emergono e si mettono alla prova come rete diffusa, radicati sul territorio come luoghi vivi, aperti e inclusivi”. “Questa operazione congiunta tra due enti pubblici per la valorizzazione dei siti museali e archeologici della Puglia, attraverso le attività culturali e lo spettacolo dal vivo – commenta il Presidente del Teatro Pubblico Pugliese, Giuseppe D’Urso – è il giusto metodo per dare concretezza alla promozione del territorio attraverso beni immateriali che aiutano la trasformazione del nostro meraviglioso patrimonio storico-culturale in attrattori turistici a tuttotondo”. “Ripartire dalla cultura è fondamentale dopo questi due anni di pandemia. Dal 30 giugno al 30 luglio Musei, Castelli e Parchi Archeologici saranno aperti per ospitare questo festival diffuso di musica, arte e spettacolo: un’occasione unica per turisti e pugliesi di ammirare le nostre bellezze con una diversa luce, aggiunge Grazia Di Bari, Consigliera delegata alle Politiche Culturali della Regione Puglia. “La Puglia da anni sta lavorando sull’accostamento dei beni materiali di cui è ricca con quelli immateriali di cui è altrettanto ricca, con l’obiettivo di riempire di contenuti culturali di qualità i contenitori di pregio – spiega Aldo Patruno, direttore generale Dipartimento Turismo, Economia della Cultura, Valorizzazione del Territorio della Regione Puglia –. Accostare quindi i luoghi del patrimonio paesaggistico, architettonico e naturale materiale con l’arte e lo spettacolo del vivo è una precisa strategia che la nostra regione sta applicando per far conoscere non solo le bellezze dei luoghi, ma anche la qualità e la professionalità dei suoi operatori e delle sue realtà ai cittadini e ai turisti che sempre di più scelgono la nostra regione come meta delle loro vacanze. Essere al fianco della Direzione regionale dei musei con il Teatro Pubblico Pugliese in questa operazione di valorizzazione e promozione del territorio attraverso la Cultura è dunque un onore ma anche un dovere per noi. Siamo lieti che lo Stato e gli Enti territoriali cooperino per la realizzazione di un palinsesto unico che per 30 giorni arricchirà di arte e spettacolo alcuni dei posti più belli di tutta la regione. Anticipo di una cooperazione interistituzionale di più ampio respiro che conoscerà i suoi sviluppi nei prossimi giorni”. Ines Pierucci, assessore alle Culture del Comune di Bari, ha annunciato il primo e l’ultimo appuntamento della rassegna, di scena a Bari: il 30 giugno (h. 20.30) al castello svevo con i Radicanto e il concerto “Viaggio sonoro per mare e altri approdi”, interpretato da: Maria Giaquinto (canto), Giuseppe De Trizio (chitarra classica), Giovanni Chiapparino (fisarmonica), Francesco De Palma (bendir, riq, cajon). Si ritorna al castello di Bari il 30 luglio (h. 20.30) con lo spettacolo “Non abbiate paura. Grande Hotel Albania” di Francesco Niccolini con Luigi D’Elia. Per scaricare il programma e acquistare i biglietti: https://musei.puglia.beniculturali.it/trentadate-festival-diffuso-nei-musei-di-puglia

 251 total views,  1 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *