Occasioni perse: che fine hanno fatto i 2 milioni per i disabili?
3 Dicembre 2022
Cantieri pericolosi tra via Manzoni e via Crisanzio
3 Dicembre 2022

Tronchetti Provera: “I giovani contribuiranno alla trasformazione”

Importante giornata per l’imprenditoria barese, quella di ieri. E’ stato infatti presentato il Digital Solutions Center Pirelli di Bari (impiegherà almeno 50 risorse al 2025), il primo centro di sviluppo interamente focalizzato sull’ innovazione digitale, nato con l’obiettivo di arricchire le competenze interne sulle aree più strategiche per la Pirelli. Il Digital Solutions Center della Pirelli è un esempio di impegno congiunto tra pubblico, privato e mondo accademico, era stato annunciato a Bari lo scorso maggio ed è operativo. I primi undici dipendenti destinati a diventare 50 da qui al 2025, sono infatti impiegati per lo sviluppo di software e algoritmi che saranno utilizzati nei più avanzati processi di progettazione, fabbricazione e commercializzazione degli pneumatici della Pirelli in tutto il mondo. Tra i progetti chiave che si stanno sviluppando nel Digital Solutions Center Pirelli vi è l’ulteriore potenziamento della piattaforma di Big Data per la raccolta, la trasformazione e l’ analisi di tutti i dati dell’ ecosistema aziendale. Tale strumento consente l’elaborazione di algoritmi per accelerare i tempi di sviluppo dei prodotti, migliorarne ulteriormente la qualità, massimizzare l’ efficienza dei macchinari, ottimizzare l’ efficacia commerciale e realizzare nuovi servizi digitali. Inoltre, grazie ai nuovi algoritmi, Pirelli sarà in grado di condurre studi direttamente sul Digital Twin del penumatico, la replica digitale del prodotto fisico che consente la progettazione e lo sviluppo di nuove analisi di performance sui prototipi virtuali. Inoltre, grazie all’ Industrial of Things sarà possibile ottimizzare la supply chain attraverso modelli predittivi della domanda e migliorare i processi produttivi prevedendo gli interventi di manutenzione dei macchinari con benefici in termini di costi e dei tempi di sviluppo e di risparmi sui consumi energetici e sui costi di trasformazione. Tra le tecnologie su cui si può contare il centro vi sono quelle presenti nell’ Innovation Room uno spazio che consente un vero e proprio co working virtuale tra i lavoratori di Bari e le 500 persone del team Digital della Pirelli a livello globale, i suoi 18 stabilimenti del mondo, fornitori, clienti e poli universitari. Tra di essi un ruolo di primo piano è svolto dall’ Università di Bari e dal Politecnico. Con i due atenei Pirelli sta finalizzato due progetti di collaborazione con l’obiettivo rispettivamente di ottimizzare i processi produttivi delle fabbriche attraverso lo sviluppo di sistemi smart manifacturing e di supportare la digitalizzazione e l’ intelligenza artificiale nelle varie fasi di progettazione del pneumatico. Lo sviluppo del DSC consolida i legami tra la Pirelli e il mondo universitario e rafforza il suo modello di open innovation che oggi vede la Pirelli al lavoro su circa 58 progetti con 12 Università. In video call, Marco Tronchetti Provera, Vice Presidente Esecutivo e Ceo Pirelli ha detto: “Quando una idea si concretizza in breve tempo è sempre motivo di orgoglio. Volevamo creare un luogo in cui nuove risorse e giovani talenti contribuissero alla trasformazione digitale della Pirelli alla base del fare industria oggi. Ringrazio la Regione Puglia e la città di Bari per aver contribuito a rendere possibile tutto questo e gli atenei di Bari per aver messo a disposizione le loro competenze e conoscenze per un progetto che consente di valorizzazione tutto il territorio pugliese e l’industria italiana nel mondo”. Il governatore della Puglia Michele Emiliano: “La sfida della trasformazione digitale e dell’innovazione che l’ intero Paese ha di fronte, trova la Puglia pronta e protagonista. IL DSC che oggi inauguriamo grazie alla sinergia pubblico privato le proprie competenze e costruire nella loro terra il proprio progetto di vita. che ha favorito ed accelerato questo importante investimento di Pirelli testimoniala capacità della Regione Puglia di guardare al  futuro e di puntare su settori innovativi capaci di coinvolgere e far crescere il capitale umano pugliese. I nostri studenti, i nostri giovani possono così rafforzare”. Per il Comune di Bari era presente il vice sindaco Eugenio di Sciascio il quale ha ricordato: “L’inaugurazione della nuova sede di Pirelli Digital Solutions Center porta un nuovo tassello importante nel panorama delle aziende innovative che stanno scegliendo Bari come sede grazie alla presenze dell’Università e del Politecnico”. Parola a Stefano Bronzini, rettore dell’Università Aldo Moro: ” Lavorare gomito a gomito con una azienda storica come la Pirelli è motivo di vanto e di grande soddisfazione. Il DSC appena inaugurato segna solo l’inizio di un cammino e rappresenta il luogo di una collaborazione tra studenti, ricercatori universitari e professionisti Pirelli su temi sfidanti. Benvenuta Pirelli”. E’ intervenuto Francesco Cupertino, rettore del Politecnico: “L’ investimento di Pirelli a Bari è una nuova tappa del percorso di una storica azienda italiana. Come Politecnico apprezzo molto la scelta la scelta di avviare un centro di competenze digitali”. Infine Pierpaolo Tamma, Presidente Pirelli Digital Solutions: “Bari è un bacino universitario di competenze tra i migliori al sud, un ecosistema di grande sviluppo”.

Bruno Volpe

 373 total views

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *