Attualità

Ucraina, Zelensky cerca la svolta: Kiev ha bisogno di soldati

(Adnkronos) –
Volodymr Zelensky invoca una svolta nella guerra contro la Russia e preannuncia cambiamenti radicali nella gestione dell'apparato militare dell'Ucraina. Dopo quasi 650 giorni di guerra, la situazione appare bloccata. La controffensiva di Kiev ha prodotto risultati ma non ha modificato il quadro in maniera decisiva. Ora, con l'inverno alle porte, si apre una nuova fase del conflitto che impone un cambio di strategia e di marcia. "Questo riguarda anche le questioni relative alla mobilitazione", dice il presidente toccando il tema dell'allargamento delle fasce destinate ad alimentare le forze armate. "Tutti in Ucraina comprendono che sono necessari cambiamenti in questo settore. Non si tratta solo del numero di coloro che possono essere mobilitati. Si tratta di condizioni – per tutti coloro che sono attualmente nell'esercito e per coloro che si uniranno all'esercito. Si tratta di questioni complessive che la leadership militare e il Ministero della Difesa devono elaborare e presentare allo Stato Maggiore per l'approvazione", dice senza entrare nei dettagli. Il ricambio è uno dei temi chiave nella gestione delle risorse. Kiev sta per approvare una nuova legge, come ha annunciato recentemente la parlamentare Mariana Bezuhla su Facebook, per allargare le fasce della popolazione da cui selezionare soldati per il conflitto. Oleksandr Zavitnevych, presidente della commissione per la sicurezza e la difesa nazionale, nei giorni ha confermato che la legge è in via di definizione. Il provvedimento si rende necessario mentre la guerra si avvia ormai verso i 2 anni. Gli ultimi mesi sono stati caratterizzati da scontri durissimi in particolare a Est. 
A ottobre, la Russia ha avviato una massiccia offensiva e secondo gli analisti schierato nell'area migliaia di uomini, tank e mezzi. In totale, la Russia avrebbe utilizzato 40.000 soldati per l'attacco. Per resistere all'onda d'urto, l'Ucraina ha dovuto chiedere uno sforzo estremo al proprio apparato militare, nello stesso periodo in cui le forze di Kiev hanno cercato di mantenere la pressione sul fronte meridionale nella pressione di Zaporizhzhia. Le nuove leggi potrebbero eliminare l'esenzione attualmente prevista per chi si distingue nel percorso di studi fino ad un livello di specializzazione. Inoltre, potrebbero essere chiamati alle armi anche cittadini che hanno svolto il servizio militare per altri paesi e poi hanno ottenuto la cittadinanza ucraina. Un altro 'serbatoio', come è già avvenuto in Russia sin dalle prime fase della guerra, sarà rappresentato da chi è stato condannato per un reato. 
Il mese scorso, la Bbc riportando dati ufficiali dell'Ue, ha rivelato che 650.000 uomini ucraini in età da combattimento sono fuggiti dall’Ucraina e hanno ottenuto la residenza in Europa. Si ritiene che la cifra reale sia molto più elevata perché molti rifugiati non sono ufficialmente registrati nella Ue o potrebbero essere fuggiti verso altre destinazioni come gli Stati Uniti o il Canada. "Tutti in Ucraina comprendono che sono necessari cambiamenti in questo settore", ripete Zelensky. Secondo la legge marziale ucraina, ai cittadini maschi di età compresa tra i 18 e i 60 anni è generalmente vietato lasciare il paese, salvo eccezioni per motivi medici, educativi e aziendali.  —internazionale/esteriwebinfo@adnkronos.com (Web Info)


Pubblicato il 2 Dicembre 2023

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio