Le proposte anticovid: “Come fare per trasformare l’emergenza in positivo”
17 Settembre 2020
Un Bari di qualità e potenza, con la speranza di rivedere i tifosi
17 Settembre 2020

Ultimi “botti” di una tornata elettorale difficile

Una campagna elettorale per certi versi anomala, quella che si chiuderà venerdì prossimo in Puglia per le regionali ed il referendum costituzionale, oltre che per le amministrative di alcuni Comuni in rinnovo di mandato. E quelli a cui stiamo assistendo in queste ore sono gli ultimi “botti” di una tornata elettorale difficile, anche a seguito delle difficoltà emergenziali sanitarie causate dal Covid 19, oltre che aspra perché nella nostra regione si gioca forse una delle partite politiche più importanti delle sette Regioni chiamate al voto il 20 ed il 21 settembre prossimi. Infatti, anche in quest’ultima  settimana prima del voto, come quella precedente a questa, si registra l’arrivo in Puglia di molti “big” nazionali dei partiti. E da ultimo a presentarsi in piazza per manifestare contro “l’eventuale svolta a destra della regione” stanno facendosi avanti anche le “sardine” pugliesi, con al fianco l’ex governatore pugliese, Nichi Vendola, che dopo un lungo periodo di distanza dalla politica locale, torna per sostenere la riconferma del governatore uscente Michele Emiliano. Infatti, le sardine si ritroveranno oggi alle ore 19 in piazza Libertà, con una manifestazione che ha per slogan “La Puglia non si Fitta”, a cui aderiscono anche i movimenti “Puglia non si Lega” e “Puglia del Futuro”. “Raffaele Fitto – hanno affermato le ‘sardine baresi’ – è il passato che torna, un passato buio dal quale abbiamo fatto fatica a rialzarci in questi anni”, aggiungendo: “E questa volta lo fa
con il sostegno della peggior destra di sempre, Giorgia Meloni e Matteo Salvini su tutti, che in questi giorni stanno girando la Puglia per riportare la nostra terra indietro di 15 anni, a quando era considerata solo come terra di conquista per interessi altrui”. Mentre, sempre oggi, quasi in contemporanea alla manifestazione barese “anti-Fitto”, a poche centinaia di metri, nella vicina in via Sparano,  con inizio alle ore 18 si terrà un comizio proprio del candidato governatore del centrodestra, Raffaele Fitto, che sul palco sarà “affiancato” dai governatori regionali di centrodestra di altre regioni. Ovvero dalla calabrese Jole Santarelli, dal molisano Donato Toma, dal piemontese Alberto Cirio e dal lucano Vito Bardi. “Un grande incontro, questo, dal rilevante significato politico, – ha affermato il commissario di Fi-Puglia, Mauro D’Attis, promotore della manifestazione barese – poiché in campo,  ci saranno tutti i Presidenti di Regione di Forza Italia, che insieme ad altri loro colleghi, sempre di centrodestra, rappresentano un baluardo di buon governo in tutti i rispettivi territori guidati”. “E – ha aggiunto lo stesso – lo faremo accanto a Raffaele Fitto, che riteniamo essere il miglior presidente pugliese possibile”. Una “mobilitazione”, questa di oggi a Bari, che confermerebbe l’importanza delle regionali in Puglia che, secondo alcuni osservatori politici, potrebbe persino avere ripercussioni sulla stabilità del governo Conte, anche se non tutti concordano con detta ipotesi sia tra le fila del centrodestra che tra quelle delle truppe del governo “giallo-rosso”. Domani mattina sarà nuovamente nel capoluogo pugliese, per una conferenza stampa finale pro Fitto, la leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, che – come è noto – era venuta di nuovo sabato scorso per un comizio al fianco del leader della Lega, Matteo Salvini, e del vice di Silvio Berlusconi, l’ex presidente forzista del Parlamento europeo Antonio Tajani. Sempre nella mattinata di oggi, a Bari, il governatore uscente  Emiliano potrà contare, in un incontro alla Fiera del Levante, sul sostegno di due ministri del governo “Conte bis”, il pugliese Francesco Boccia ed il romano Roberto Gualtieri. Invece, l’aspirante governatrice dei pentastellati, Antonella Laricchia, nella giornata odierna sarà a Lecce con la ministra al Lavoro, Nunzia Catalfo del M5s, per la chiusura della sua campagna elettorale nel Salento. Mentre l’appuntamento per la conclusione a Bari del tour elettorale di Laricchia in queste regionali è domani sera, alle ore 21.30, in piazza Diaz con Alessandro Di Battista e con tutti i parlamentari ed europarlamentari pugliesi del M5s ed i candidati consiglieri della circoscrizione di Bari del M5S e di “Puglia Futura” alle regionali di domenica e lunedì prossimi. Queste le principali manifestazioni delle ultime 48 ore di campagna elettorale in Puglia dei tre più papabili candidati alla guida della nostra regione per i prossimi cinque anni. Ma un ruolo decisivo in questa tornata elettorale lo avranno verosimilmente anche tutti gli altri cinque candidati governatori, E tra questi ultimi, il candidato di “Italia Viva”, “Azione” e “Più Europa”, Ivan Scalfarotto, sarà forse quello più decisivo di tutti in una sfida all’ultimo voto tra chi è uscente e spera nella riconferma e chi, invece, punta all’alternanza ed a un cambiamento di rotta radicale per il governo della Puglia.

 

Giuseppe Palella

 714 total views,  1 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *