Sede unica della Giustizia: ecco perché la Manifattura è un bluff….
24 Ottobre 2012
“Senza paracadute”, sul fronte della notizia
25 Ottobre 2012

Un altro banco di prova sul campo del Padova

E’ giusto guardare già al prossimo impegno, il Padova è un avversario ostico che proverà a vincere la partita in tutti i modi.Già martedì il Bari si è ripreso ad allenare, Attila Filkor il centrocampista ungherese è fermo causa postumi di un stato influenzale. I biancorossi non effettueranno nessuna amichevole infrasettimanale e si alleneranno fino a venerdì prima di partire in terra veneta. Intanto buone notizie arrivano da Ghezzal, l’algerino ha superato il test di controllo, il professore Pierpaolo Mariani che l’ha operato a Roma un mese fa esatto, gli ha concesso l’idoneità per iniziare la fase di recupero muscolare-atletico. L’attaccante continuerà la fase riabilitatoria a Siena.Mentre il Padova per preparare la gara dell’undicesimo turno, continuerà il programma di allenamenti fino a fine settimana a centro sportivo di Bresseo. Durante la ripresa di martedì assenti De Vitis, Babacar e Cuffa, lavoro differenziato per Trevisan e Gallozzi. Cutolo ha iniziato a parte per poi proseguire l’allenamento con il resto dei compagni. L’attaccante Farias artefice dei successi biancoscudati è uscito anzi tempo per una botta alla caviglia, la cosa non sembra preoccupante. Il tecnico Pea si è detto dispiaciuto dal grave infortunio patito da Cuffa a Vercelli, la sua squadra aveva trovato il giusto equilibrio, il centrocampista argentino era uno degli artefici della risalita dei veneti, fornendo con le sue prestazioni un contributo importante alla mediana padovana.Cuffa è stato operato a Villa Stuart per la ricostruzione del legamento del crociato e del menisco mediale. I tempi stimati per il recupero sono di quattro-cinque mesi.In conferenza stampa è intervenuto l’attaccante Pablo Granoche il quale ha messo in luce le difficoltà che si possono incontrare in un campionato lungo come quello di B ed in relazione a questo dovranno mostrare il loro valore lottando fino all’ultimo per restare nelle posizioni che contano. Il giocatore ha tenuto a precisare che senza penalizzazione loro ed il Bari avrebbero gli stessi punti, quindi quella di sabato sarà un vero e proprio scontro diretto in chiave playoff, dove cercheranno di continuare a far punti per migliorare la loro classifica. Nel Bari ha parlato il capitano Ciccio Caputo. Il numero diciotto è tornato sul suo errore contro il Brescia, spiegando come abbia finito per schiacciare la palla dopo un inesatto modo di calciarla anche a causa delle pessime condizioni del terreno nella zona dell’area piccola; mentre sulla ribattuta corta i meriti sono stati del portiere Arcari e del difensore Salomon bravi ad ostacolarlo ed a salvare il goal sulla linea. Caputo reputa che il primo pareggio in casa sia stato giusto, anche se sul campo sono 18 punti e la squadra continua a dare il massimo sempre, occorrerebbe maggiore cattiveria ed incisività sotto porta, ammettendo come le rivali abbiano imparato a conoscere il loro gioco, chiudendosi ed aspettandoli, come è capitato sia con la Juve Stabia che lunedì contro le rondinelle. Al Bari per fare il grande salto secondo il ragazzo di Altamura manca quella vittoria in trasferta tanto importante quanto lontana durante questo avvio di stagione. Espugnare Padova sarebbe il passo giusto per invertire questo trend.Il Bari dovrà cambiare rotta, magari apportando qualche modifica nel modulo e nell’assetto tattico, è giunto il momento di tornare alla vittoria, perché questa rosa ha tutte le carte in regola per giocarsela alla pari delle prime. Forse come ha detto Caputo e come ha ribadito il mister dopo il pareggio con il Brescia, le avversarie hanno iniziato a capire i loro punti di forza e debolezza, rimescolare le carte sarebbe la scelta giusta, per rendere ancora più imprevedibile questa compagine. Il campo di Padova è duro da prevaricare, ma sono convinto che se il Bari gioca come sa, senza cali fisici, può centrare i primi tre punti fuori casa. I mezzi ci sono, sperando che la fortuna giri dalla parte del galletto.Sul fronte mercato intanto il difensore greco Dimitrios Vosnakidis ha firmato con la società biancorossa fino al 2016. Diciotto anni, fisico notevole il ragazzo rappresenta in pieno l’ottica Bari fatta di giovani di belle speranze che possono ambire a grandi traguardi.

Davide Annicchiarico

 818 total views,  1 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *