Cronaca

Un nuovo Centro Servizi a Santa Caterina

 

È stato presentato nella Sala Giunta di Palazzo di Città il bando dell’ambizioso progetto di un Centro servizi per artigiani che sorgerà nell’area PIP di Santa Caterina, dove già ci sono insediamenti di imprese artigiane. a cura della ripartizione ai Lavori pubblici, è stato redatto dalla Engiserv, società di ingegneria con sede a Bari, e costerà 4.491.446,30 €, di cui 3.900.000 messi a disposizione dalla Regione Puglia a seguito di un bando pubblicato nel 2009. Il fabbricato sarà composto da cinque piani: il piano interrato conterrà locali tecnici, le centrali termine, frigorifere, idrica e antincendio e un’autorimessa, il piano terrà ospiterà una hall d’ingresso, una banca, un ufficio postale, una sala conferenze con 100 posti e un punto ristoro; il primo piano invece accoglierà una delegazione della Polizia Municipale, la sede della delegazione circoscrizionale, un presidio sanitario, uno sportello informativo, sedi per le associazioni di categoria, un centro benessere e un asilo nido, mentre i piani superiori – secondo e terzo – ospiteranno gli uffici di rappresentanza e un incubatore d’impresa. Tra i punti chiave del progetto, che si estenderà su una superficie complessiva di 11.300 metri cubi, oltre alla funzionalità e modularità degli ambienti, anche risparmio energetico secondo le più alte tecniche: l’intero edificio verrà infatti realizzato interamente con materiali ecocompatibili e sarà servito da impianti che utilizzano fonti rinnovabili, come un impianto solare termico per la produzione di acqua calda sanitaria e un impianto fotovoltaico per la produzione di energia elettrica. In tal modo si ridurranno i costi di gestione oltre che le emissioni inquinanti. È stato inoltre predisposto un programma di riutilizzo delle acque di scarico, opportunamente filtrate, e sarà un impianto sicuro, costruito secondo le ultime normative antisismiche e antincendio. Il progetto sarà inoltre completato da aree verdi con percorsi pedonali pavimentati di collegamento e sistemazione dei parcheggi esterni già esistenti. Il Centro servizi, atteso da molti anni dagli artigiani, oltre ad essere senza dubbio un punto di partenza per rilanciare il settore degli artigiani, rappresenta senza dubbio un modello a carattere regionale che darà sviluppo e valore aggiunto, nonché la giusta attenzione a tutte quelle imprese (una novantina, con 500 dipendenti) della zona che da anni lavorano in silenzio e non riescono magari a svilupparsi come dovrebbero. “Siamo molto soddisfatti di questo risultato, che corona il lungo e travagliato percorso di concertazione che l’amministrazione comunale ha intrapreso alcuni anni fa con la Confartigianato – ha dichiarato l’assessore ai Lavori Pubblici Marco Lacarra, presente ieri mattina in conferenza assieme al direttore della ripartizione Maurizio Montalto, al progettista Antonello Vernole, al presidente di Confartigianato Bari Sebastiano Macinagrossa – Il Centro servizi rappresenterà un valore aggiunto per il sistema delle imprese artigiane e sarà un modello per l’intero territorio pugliese”, sottolineando altresì che il Centro rappresenterà una risposta conforme alle aspettative degli stessi artigiani nella gestione della loro attività quotidiana. Il progetto dovrebbe essere avviato entro settembre ed entro il 2015 diverrà funzionante.

 

Lorena Perchiazzi


Pubblicato il 2 Maggio 2013

Articoli Correlati

Back to top button