La sfida di sabato aperta ad ogni risultato
8 Maggio 2015
Vinse il Genoa Cricket and Football Club
8 Maggio 2015

“Un’impresa quasi eroica”

Una maratona durata trentaquattro anni e sul cui futuro completamento, nel 1981, nessuno avrebbe puntato mille lire. Ancora più straordinario è che a raggiungere la storica meta dei cento numeri non sia un gruppo (quello de La Vallisa) sfiatato come Dorando Petri. Perché se il podista emiliano che entrò nella leggenda ai giochi olimpici di Londra del 1908, una volta tagliato il traguardo (pur col rovinoso aiutino arbitrale) non era più in grado di correre, i lavallisiani’ promettono di continuare a farlo, anche piuttosto a lungo.  La Vallisa-numero cento era occasione troppo ghiotta perché Giancane e compagni non ne approfittassero per riflettere sulla portata di questi trentaquattro anni consacrati al culto della poesia e al correlato impegno intellettuale. La riflessione ha luogo all’interno dello stesso numero del quadrimestrale. A intervenire sono in diciassette : i sedici componenti la Redazione del quadrimestrale e Daniele Giancane (nella foto), fondatore e da sempre Direttore Responsabile della rivista. Per quanto ciascuno si esprima in piena autonomia, è singolare qui come tante e diverse voci convergano spontaneamente verso il cuore della stessa idea. Componendo i contributi prende corpo l’espressione di un potente sentire comune : Questa impresa quasi eroica (Daniele Giancane), questa fantastica avventura (Donato Altomare) è frutto di un  ecumenismo poetico (Gaetano Bucci) gemmato non casualmente in coda al secolo più ricco e sofferto, il Novecento (Renato Greco). La poesia intesa come scavo del sé (Loredana Pietrafesa), come ricerca del sacro (Giulia Poli Disanto), come occasione di umanità (Anna Santoliquido), come sentimento che unisce (Angela De Leo) è impegno in difesa della pace e delle diversità letterarie ed artistiche (Marco De Santis). Un impegno affrontato e da continuare ad affrontare con consapevole impegno critico (Gianni Antonio Palumbo), fuggendo le sirene dell’emigrazione culturale (Rino Bizzarro) e riconoscendo alla poesia il giusto posto fra scienza e filosofia (Nicola Accettura). Una poesia da diffondere ad alta voce (Zaccaria Gallo), mai negando spazio alla lingua del cuore, il vernacolo (Domenico Amato). Ben vengano perciò sia riviste come La Vallisa che tra l’altro aprono spazio alla cenerentola delle arti, il teatro (Enrico Bagnato), sia fertili occasioni d’incontro come i Lunedì Letterari ospitati dalla Libreria Roma (Angela Giannelli). E’ un miracolo tutto questo. Ma, attenzione, avverte Dragan Mraovic, un miracolo destinato a durare fino a che brillerà “la stella terrestre” di Daniele Giancane, “valoroso intellettuale” ; a meno che nel frattempo non si riesca ad allevare una generazione di “giovani eredi”…

Italo Interesse

 

 309 total views,  1 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *