Cultura e Spettacoli

Vatti a fidare del cammello

Qualche giorno fa una visitatrice dello zoosafari di Fasano ha dichiarato ai sanitari dell’ospedale di Fasano di essere stata morsicata da un cammello ;  adesso è in causa con i gestori della struttura. Forse è stata incauta nell’offrire da mangiare (in questi casi è prudente presentare il cibo tenendolo sul palmo della mano bene aperta). A meno che i fatti siano andati diversamente. Non è la prima volta che i cammelli danno di matto.  A ottobre dello scorso anno il proprietario di un ranch-zoo a Tulum (Messico) è stato attacco a morsi da un cammello ; l’animale poi gli si è seduto sopra procurandogli lesioni mortali. A dicembre del 2013, a Ventimiglia, un inserviente del Circo di Vienna è stato morso da un cammello ; il sollecito ricorso alle cure mediche ha scongiurato l’amputazione dell’arto. A giugno del 2011 una giovane inviata della Tv statunitense NBC12, mentre stava registrando un servizio all’interno di una stalla in Virginia si è sentita violentemente tirare per i capelli : un cammello gliel’aveva addentati. In Rete abbiamo pescato l’immagine che accompagna queste righe e che si commenta da sola. Ancora peggio sono andate le cose in Egitto a febbraio del 2001: Nella regione desertica di Bir El Noss, sulla strada che porta all’oasi di Siwa, un automobilista si vede sbarrata la strada da un cammello. Pigia sul clacson ma l’animale non si sposta. Scende e prova a spingerlo : nessun risultato. Allora prende un bastone e  cominciato a picchiarlo con l’aiuto del figlio Ashraf. Il cammello ha una reazione violentissima e morde con violenza entrambi. Tragico il bilancio : l’uomo muore, il ragazzo ci rimette un braccio… A dispetto dell’aria placida e sonnacchiosa, i cammelli sono creature abbastanza suscettibili. Non amano essere trattati come animali da compagnia. A carezze e coccole (che li innervosiscono) preferiscono la dura disciplina del proprietario. E diventano aggressivi durante la stagione degli amori. E siccome madre natura li ha forniti di una dentatura formidabile… Illuminante un proverbio del mondo islamico : “Lega il tuo cammello e fidati di Allah. Chi in primo luogo non lega il suo cammello sfida Dio e sarà da lui punito”. Infine il sesso. Nel 2007 a Queensland in Australia una donna sessantenne è morta a causa di un cammello di dieci mesi che le era stato regalato. Secondo quanto spiegato dalla polizia, la donna sarebbe rimasta uccisa sotto il peso dell’animale mentre questo cercava di montarla. E i vicini di casa hanno testimoniato che la stessa bestia qualche settimana prima aveva più volte tentato di accoppiarsi con un capra, ancora di proprietà della sfortunata signora… Vatti a fidare del cammello.

Italo Interesse

 


Pubblicato il 18 Giugno 2015

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio