Cronaca

Vento nuovo in cucina: arriva la scuola per i cuochi-contadini

L'anima delle produzioni locali valorizzate in pieno dalla formazione agroalimentare

Arriva la ‘scuola’ di alta formazione per cuochi contadini, un percorso per formare una figura professionale che è espressione della nuova agricoltura e riveste in pratica il ruolo doppio, da un lato di agricoltore e dall’altro di promotore del cibo del territorio che cucina e propone negli agriturismi. Tutto merito di Coldiretti/Puglia, con l’avvio del corso di formazione organizzato da Terranostra, Fondazione Campagna Amica in collaborazione con l’Accademia Intrecci sul territorio per formare i cuochi contadini che riceveranno l’attestato con l’inserimento in un apposito albo nazionale. Andiamo ai particolari: il cuoco-contadino lavora negli agriturismi di “Campagna Amica” e in cucina utilizza i prodotti da lui stesso coltivati nella sua azienda dove l’accoglienza diventa un momento fondamentale per la promozione del territorio e del buon cibo, ponendo la massima attenzione sulla valorizzazione dei prodotti locali e sulle ricette tradizionali. Attorno a questa figura, giusto per saperne di più, ruotano tre concetti fondamentali: qualità, tracciabilità e distintività con l’offerta di piatti a chilometri zero e la garanzia di trasparenza e sostenibilità. “Il legame con il territorio nella scelta degli ingredienti, del cibo locale da utilizzare in cucina è diventato un elemento determinante di successo nei nostri agriturismi con il racconto di storia e tradizioni, degustazioni guidate di olio, vini e formaggi, con le <<cooking class>> che fanno vivere attività indimenticabili con un forte impatto personale che colpiscono tutti i sensi e creano connessioni a livello fisico, intellettuale, sociale ed emotivo”, spiega Antonio Baselice, presidente di Terranostra Puglia. Fiore all’occhiello d’un settore, quello agrituristico, che conta oggi in Puglia 960 agriturismi con le aziende attive cresciute del 50% dal 2014 ad oggi, con una decisa propensione alla ristorazione, ma la presenza dei cuochi contadini è importante anche nei mercati degli agricoltori di Campagna Amica che si sono trasformati nel tempo in momenti di aggregazione, svago, socializzazione e formazione con lo svolgimento di variegate attività, dai <<cooking show>> ai <<tutorial>> per la spesa, fino ad arrivare ai laboratori didattici per i bambini. Negli agriturismi viene tutelato quotidianamente il prodotto agroalimentare nostrano contro l’import di prodotti agricoli e agroalimentari da Paesi stranieri che non rispettano le stesse regole di sicurezza alimentare e ambientale e di rispetto dei diritti dei lavoratori e che spesso vengono spacciati per tricolori sfruttando il codice doganale che consente di “italianizzarli” grazie a minime lavorazioni ben camuffate.

Antonio De Luigi


Pubblicato il 12 Giugno 2024

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio