Le opere di Renato Guttuso in mostra nel castello aragonese
2 Dicembre 2016
Decaro in campo per il “Sì”. Emiliano, invece, dietro le quinte, per il “No”
2 Dicembre 2016

“Verranno i giorni della pace”

 

E’ stato presentato ieri a Bari, in mattinata, presso L’Archivio di Stato, il romanzo di Amalia Mancini Verranno i giorni della pace, pubblicato dalla casa editrice Gelsorosso di Bari. La presentazione, svolta dal Professor Vito Antonio Leuzzi, Direttore dell’Istituto Pugliese per la Storia dell’Antifascismo e dell’Italia Contemporanea, è avvenuta alla presenza dell’autrice, nel gremito auditorium dell’Istituto.

Il romanzo di Amalia Mancini è un’incisiva narrazione del vissuto della gente comune in uno dei periodi cruciali della storia di Bari tra guerra e dopoguerra.

L’autrice, con un’efficace operazione di recupero della memoria, pone al centro della riflessione le drammatiche condizioni di vita e di lavoro di due giovani, una sarta e un marinaio, vissuti all’insegna della paura e delle privazioni negli anni della dittatura e di un’avventura bellica disastrosa.

I diversi aspetti delle traversie familiari, della violenza e della disperazione sono compensati dall’amore e dalla solidarietà nel contesto molto difficile di una città che vive i momenti più duri e sconvolgenti della guerra, soprattutto dopo il tragico bombardamento della città, messo in atto dai tedeschi il 2 dicembre 1943.

Questo funesto evento della storia di Bari, per lungo tempo oggetto di una rigida censura e di occultamento, assume una centralità nella narrazione per le conseguenze della contaminazione chimica che si diffuse tra i militari alleati e la popolazione civile. Il misterioso carico di morte di un convoglio anglo-americano rappresentò uno dei segreti più rilevanti delle operazioni belliche del Mediterraneo.

Alla presentazione è inoltre intervenuto il dottor Pasquale B. Trizio, Storico della navigazione e del commercio marittimo, ed è stato proiettato un filmato del bombardamento avvenuto nel porto di Bari il 2 dicembre 1943.

Amalia Mancini, nata a Foggia, si trasferisce con la famiglia a Bari. Si laurea in Filosofia con una tesi in Storia contemporanea ed entra nel mondo della scuola. Nel 1990 pubblica un libro di testo: Grammatica italiana.

Animatrice e coordinatrice di gruppi di lettura, si dedica alla stesura di brevi racconti, recensioni e presentazioni di autori presso associazioni culturali e librerie. “Verranno i giorni della pace” è il suo primo romanzo.

 

Piero Ferrarese

 

 199 total views,  1 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *