Campo sportivo, ecco la nuova Cittadella dello sport
5 Novembre 2019
San Pasquale: mercato coperto nuovo, con discarica annessa
5 Novembre 2019

Vivarini: “Abbiamo sbagliato la gestione, invertiamo subito questo trend”

Un punto che sa di sconfitta, ne avevamo accennato nel post-partita di Bari-Vibonese, è cosi che infatti va interpretato soprattutto alla luce dell’ennesima vittoria della Reggina, la quinta consecutiva questa volta ai danni del Potenza, altra diretta concorrente- Ovviamente, serve guardare in casa propria e ad un Bari che a parte la vittoria casalinga contro il Catanzaro nelle ultime partite ha pareggiato troppo spesso, contro l’Avellino in trasferta ed ancora a Catania allo stadio ‘Massimino’. In casa nelle precedenti partite si era costruito un vero e proprio fortino, l’unico rimpianto era con il Monopoli ma era la prima di Vincenzo Vivarini, mentre ieri dopo il vantaggio fulminante di Mirco Antenucci, la squadra si è abbassata un po’ troppo ed ha giocato sulle individualità cercando più soluzioni forzate che il fraseggio. La ripresa infatti è stata di marca calabrese, con i giocatori subentrati prima Taurino che ha firmato il pari, e poi con Emmausso che ha portato momentaneamente in vantaggio la Vibonese. La Vibonese scatenata anche con Filippo Berardi, quest’ultimo classe 1997 proveniente dal Torino ma il numero uno del Bari, incolpevole sui due gol, è stato determinante nell’ipnotizzarlo a tu per tu, ed in altre occasioni, su Bernandotto. Un Bari che insomma deve riprendere a vincere e dovrà farlo dalla prossima partita, nel derby infuocato contro il Bisceglie del dimissionario presidente Canonico e del tecnico Sandro Pochesci. Tuttavia, torniamo sull’analisi schietta come sempre e qualche bacchettata ai suoi, di Vicenzo Vivarini: “Lo avevo detto alla vigilia di fare molta attenzione perché ci avrebbero potuto mettere in seria difficoltà. Poi loro hanno preso coscienza e sono stati bravi, nello sviluppare le trame di gioco. Noi abbiamo peccato nelle ripartenze e nel gestire la palla” Su Folorunsho per la prima volta da titolare e sui cambi azzeccati ha detto: “Folorunsho ha messo fisicità, è reduce da un grave infortunio sta recuperando ed ha bisogno di fiducia. Chiaramente l’ingresso di Terrani e Corsinelli hanno dato maggiore qualità, ma dobbiamo ripartire dagli ultimi venti minuti dall’inizio della partita ed in modo continuo. La squadra deve essere sempre pronta alla battaglia, invece c’è stato un atteggiamento di attesa e troppo blando, di questo sono rammaricato”.

Anche Giovanni Terrani, subentrato nella ripresa ha detto la sua: “Sono rammaricato per il risultato, ma il campionato è lungo non serve demoralizzarsi. Contento per la prestazione e per il gol personale. Sono a disposizione del gruppo e del tecnico. Dobbiamo lavorare e testa bassa. Alle pressioni sono abituato avendo giocato in una piazza dove c’era sempre la contestazione. La nostra gente ha fame di calcio, dobbiamo ripagarli e reagire immediatamente”. Prossimi due appuntamenti tutti e due in trasferta, rispettivamente al ‘Ventua’ di Bisceglie contro i pugliesi e a Pagani contro la Paganese, due impegni non proibitivi, ma guai a sottovalutarli perché nel caso si perderebbe altro terreno pesantemente non solo nei confronti della Reggina capolista.

Marco Iusco

336 Visite totali, 1 visite odierne

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares