Vivarini: “Giochiamo contro una squadra organizzata, ma con lucidità e freddezza possiamo farcela”
9 Febbraio 2020
“Sarebbe bello rivedere il San Nicola pieno, Bari merita altri palcoscenici”
11 Febbraio 2020

Vivarini: “Dobbiamo limare gli errori ed essere meno spreconi”

Quattromila e duecento tifosi presenti allo stadio ‘Veneziani’ di Monopoli, ufficialmente soltanto 700 baresi, ma in realtà erano poco superiore al migliaio i baresi che hanno affollato ogni settore dello stadio di Monopoli. Partita terminata con il risultato pirotecnico di 2-2, con il vantaggio dei biancorossi, ai quali hanno subito pareggiato e con un’identica situazione, ma con il Monopoli che ha aperto le marcature nella ripresa ed i baresi, esattamente cinque minuti dopo con Sabbione hanno siglato il pareggio che soltanto al termine di Reggina-Ternana, potrebbe dire se ha un peso positivo o negativo, qualora dovesse vincere la Reggina e riportarsi a più otto lunghezze. Il calcio, si sa, è una scienza imperfetta, tutti, addetti ai lavori, tifosi, allenatori, ‘tastieristi’, possono esprimere la propria opinione in modo rispettoso e senza offendere persone ed essere prevenuti a prescindere. Vivarini, aveva detto alla vigilia che sarebbe stata una gara ostica contro una squadra che tende a soffocare le vie del gioco, in realtà in parte ha avuto ragione, dall’altra è stato smentito perché il Monopoli dopo aver pareggiato con Fella al quindicesimo, ha preso a tratti il pallino del gioco e seppure non impegnando ripetutamente Frattali, andava ad aggredire alta la difesa biancorossa dando sempre l’impressione che al minimo errore avrebbe potuto chiudere in vantaggio il primo tempo. N

Un secondo tempo della squadra di Vivarini, che nella prima fase del primo tempo era passata in vantaggio grazie a Mirco Antenucci, giunto al suo sedicesimo gol, ma che allo stesso tempo grazie a Schiavone scatenato ed alle fiammate di Laribi, aveva dato l’impressione che la partita avrebbe potuto prendere ben altra piega. Mentre il calcio è bello perché si può andare in svantaggio dopo che hai dato l’impressione di manifesta superiorità, e poi addirittura riacciuffare la partita poco prima di perdere un elemento importante, e sfiorare un’impresa che avrebbe fatto sognare e vedere la partita Reggina-Ternana, con un’ottica diversa. Al Bari servirà più cattiveria, la stessa che il Monopoli ha usato per aggredirli da centrocampo ed in difesa, la stessa che ai Galletti ha fatto sbagliare troppi passaggi e vanificare il bel gioco proposto contro la Virtus Francavilla. Di positivo resta il punto conquistato in inferiorità numerica ed aver conquistato il ventesimo risultato utile della gestione Vincenzo Vivarini, anche se non si è vinto uno scontro diretto. Dall’altra parte il Monopoli, era il primo derby assoluto in campionati professionistici tra le due squadre, ed ai punti forse, avrebbe meritato qualcosa di più la squadra allenata da Beppe Scienza, se non altro per la maggiore cattiveria e voglia di andare ad aggredire gli avversari. Prossima partita dei ragazzi di Scienza sarà a Teramo.

TABELLINI

MONOPOLI (3-5-2): Menegatti; Mercadante, Giorno, Piccinni; Donnarumma, Carriero (77′ Tsonev), Rota, De Franco (c), Tazzer, (61′ Pecorini); Fella, Jefferson (86′ Cuppone). All. Scienza

A disposizione: Antonino, Oliana, Arena, Antonacci, Tuttisanti, Nina, Hadziosmanovic, Mariano, Nanni.

BARI (4-3-1-2): Frattali; Ciofani, Sabbione, Perrotta, Corsinelli  Maita (92′ Terrani), Schiavone (66′ Bianco), Scavone (66′ Folorunsho); Laribi (71′ D’Ursi); Antenucci, Simeri (71′ Di Cesare).  All. Vivarini

A disposizione: Liso, Marfella, Berra, Pinto, Terrani, Costantino.

Arbitro: Mario Vigile di Cosenza

Ammonizioni: 8′ Simeri, 27′ Laribi, 31′ Tazzer, 69′ Bianco, 82′ Tsonev

Marcatori: 6′ Antenucci, 16′ Fella, 53′ Jefferson, 59′ Sabbione

Minuti di recupero: 1-4+

Espulsioni: 67′ Perrotta

LA VOCE DEI PROTAGONISTI – In tanti nel post gara hanno espresso la propria opinione e raccontato la loro. In primis è intervenuto Francesco Giorno, centrocampista del Monopoli: “Felicissimi della prestazione e del punto contro una squadra, forse la più forte del campionato. Andiamo avanti con questa grinta per arrivare in fondo”. Dello stesso avviso il suo tecnico che ha parlato dopo il suo bomber Fella, giunto a quindici gol. Beppe Scienza, tecnico del Monopoli ha detto la sua: “Mi complimento con i ragazzi per la partita contro il Bari, una signora squadra. L’arbitraggio a fine partita gli ho stretto la mano e fatto i complimenti per aver diretto una gara in stile british. Forse ci poteva stare anche un rigore per noi, su Piccinni, ma sono contento del punto, e del risultato contro il Bari, dove se non la sbloccavamo subito si sarebbe messa su altri binari. Andiamo avanti, siamo qui a giocarcela, e siamo felici, ma allo stesso tempo serve continuare ad essere cattivi, aggressivi ed avere sempre questa mentalità. Fatemi fare anche i complimenti a Fella che gli devo una cena ed a Jefferson”. Il tecnico del Bari, Vincenzo Vivarini ha commentato così la gara dei suoi ragazzi: “Siamo dispiaciuti per il risultato perché siamo venuti a giocarci la partita con lo spirito giusto, soltanto che abbiamo affrontato una squadra capace di andare oltre l’ostacolo: ci hanno aggrediti alti, e sfruttato tutto al massimo. Noi siamo stati sempre in partita, ma dalla nostra abbiamo sprecato troppo e commesso ingenuità difensive in entrambi i gol incassati. Dovevamo essere più attenti, e c’è naturalmente da migliorare, ma resta una bella giornata di sport”. Sulla prestazione die biancorossi: “Dobbiamo giocare di più la palla, oggi lo abbiamo fatto di meno. Dobbiamo fare tesoro degli errori commessi. Per il proseguo del campionato serve più convinzione, ripartiamo da domenica prossima”. Domenica prossima che il Bari ritroverà Marco Romizi nel Picerno. Dei giocatori del Bari, ha detto anche la sua, Alessio Sabbione, felice per il suo quarto gol, di meno per il mancato risultato: “Si, avrei preferito non segnare e vincere. Dispiace per i nostri tifosi e per come l’avevamo preparata. Dispiace sempre quando non vinci. Prendiamoci questo punto e vinciamo la prossima”.  (Foto di Tess Lapedota)

Marco Iusco

 

 971 total views,  1 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *