L’ex eurodeputata Gentile unica tra gli sfidanti di Emiliano esclusa dalle regionali
31 Luglio 2020
L’Unione Calcio riparte da tredici conferme
1 Agosto 2020

Vivarini verso la conferma, con una squadra da puntellare in ogni reparto

Ancora nessuna ufficialità sul ritiro e per la conferma del tecnico Vincenzo Vivarini, con quest’ultimo sotto contratto per un altro anno ed un suo eventuale esonero sarebbe un costo in più per la società che ha perso uno sponsor non di poco conto, DAZN, e soprattutto il traguardo stagionale che era l’oby principale. Niente più alibi, ma soltanto programmazione è la parola chiave in casa Bari, e la presidenza nonostante ieri era previsto un possibile primo incontro con il tecnico Vivarini, sicuramente entro la giornata di domenica sul sito ufficiale provvederanno a stilare un comunicato su tale decisione e a svelare la sede del ritiro. Ritiro, invece, che dovrebbe tornare in Abruzzo nella location di Val di Sangro, laddove era già stato il Bari del presidente Gianluca Paparesta. Un primo problema da risolvere sarà la rosa striminzita a ventidue giocatori secondo le nuove regole e pertanto, molti elementi in rosa saranno in lista di partenza, purché chi arriva o dovesse restare sia funzionale al progetto tecnico-tattico di Vivarini. Il primo acquisto mancato a gennaio è stato quello di Nikola Ninkovic, che piaceva moltissimo al tecnico biancorosso, ma prima la società marchigiana e poi forse lo stesso giocatore hanno opposto resistenze. Per l’attacco circolano i nomi di Coda del Benevento e di Pettinari del Trapani retrocesso, così come quello di Corazza della Reggina che però piace anche al Monza e ad altre società. Antenucci, quest’ultimo piace a moltissime società di B dalla Reggiana e Reggina, ma il giocatore ha ancora due anni di contratto e con 23 gol realizzati, 21 tra campionato e playoff, sarebbe un tantino ‘azzardato’ cederlo, insieme al bomber biancorosso sarà rinnovato il contratto anche a Simeri, il quale si sta curando già da sei giorni ma scalpita sebbene ci vorrà un po’ di tempo di voler tornare a giocare con quella maglia biancorossa alla quale si è legato tantissimo. Serviranno giocatori che velocizzano la manovra a centrocampo e rapidi in difesa, e sono sotto osservazione alcuni giocatori di categoria della serie cadetta, ma anche qualche giovane dei vivai della serie ‘A’. In uscita, Laribi, numero dieci biancorosso rientrerà alla base, Hellas Verona, mentre per Costa dal Napoli, si valuterà strettamente se possa tornare utile al progetto tattico del tecnico e costi dell’operazione. Impossibile restino D’Ursi e soprattutto Costantino ed anche Pinto, con quest’ultimo che non c’era nella finale e non ha mai giocato un minuto. La base che dovrebbe restare, Frattali, Valerio Di Cesare (se rinnova per un’altra stagione, ndr), Berra, Sabbione, Hamili e Maita. Bianco, anche ha un anno di contratto, ma anche in questo caso tutto dipenderà dal tipo di Bari che il tecnico, avrà in testa, per dare l’assalto alla serie B, sin dalla prima giornata di campionato. Ph. Tess Lapedota.

Marco Iusco

 

 332 total views,  1 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *