Acqua pubblica, affidamento diretto o gara: il tempo stringe
23 Giugno 2017
“Altro che prefattibilità dell’aggiramento di Rfi a Palese Santo Spirito!”
23 Giugno 2017

WEAVV- Welfare e genitori: la buona causa degli Ordini degli Avvocati

Si è svolta ieri, presso la sala Consiliare del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Bari, la prima tappa del nuovo corso  del Fondo Regionale Pubblico Privato per il Sostegno ai Genitori ,che con il naming WEAVV , che si pronuncia come l’inglese We Have “ Noi Abbiamo “, mette a disposizione degli Avvocati e delle Avvocate di tutti gli Ordini di Puglia una concreta best practice nel nome della conciliazione vita genitoriale e lavoro.

Il progetto di sostegno alla genitorialità dei professionisti in quanto genitori, che prende l’avvio nel 2012 con una prima erogazione di fondi regionali in favore dell’Ordine degli Avvocati di Bari, diviene oggi , grazie al finanziamento dell’Assessorato al Welfare della Regione Puglia ( Avviso Pubblico BURP n. 102 dell’8/9/’16 ), e alla felice intuizione della necessità di fare rete della Consigliera di Parità della Regione Puglia, Serenella Molendini, e dell’avv. Giovanni Stefanì, già Presidente del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Bari,  una realtà  assolutamente paritaria condivisa fra gli ordini di Bari, Lecce, Brindisi, Taranto, Trani e Foggia, che in raggruppamento, guidati dall’Ordine di Bari in qualità di capofila, erogheranno ai propri iscritti, in quanto Avvocati e Avvocate genitori in possesso di particolari requisiti che verranno vagliati da una apposita commissione  incaricata di formare una graduatoria delle domande,  e sino ad esaurimento del Fondo, una somma complessiva di circa 820.000 euro, ivi compresa una quota di cofinanziamento versata dagli stessi ordini. 

Il progetto di rete WEAVV, novità assoluta nel panorama italiano, ritenuto a livello europeo fiore all’occhiello di un nuovo percorso sinergico fra Ente pubblico territoriale e ordini professionali nell’ottica della promozione di attività per la conciliazione fra vita lavorativa e cura della famiglia affinchè si possa raggiungere la reale parità di genere in ambito professionale, interviene  a fornire un concreto supporto ad una categoria professionale, come quella degli Avvocati italiani,  travolta al pari di tutte le altre categorie  da un grave momento di crisi economica, soprattutto per i professionisti più giovani, che ha visto crollare il proprio reddito – così come ha detto il sub Commissario dell’Ordine di Bari, avv. Francesco Tedeschi, addirittura del 26% rispetto ai dati del 2010.

Il progetto WEAVV, nato grazie alla importantissima sinergia fra gli Ordini di Puglia ed i loro Comitati Pari Opportunità  , questi ultimi coordinati dalla avvocata Giovanna Brunetti, Presidente del CPO di Bari e coordinatrice della Rete dei CPO pugliesi, ,non mette in campo soltanto previdenze e provvidenze economiche in favore dei giovani professionisti genitori  in possesso dei requisiti di accesso al Fondo ( rimborso spese per l’accudimento di figli minori da 0 a 17 anni, sostegno al reddito per maternità, integrazione al reddito per indennità paternità, etc), ma mette a disposizione dell’Avvocatura una App , già disponibile per gli iscritti, che rende  più fruibile a questi ultimi  l’accesso al Fondo attraverso una consultazione semplice e chiara nei vari passaggi.

La App. che nasce da una idea della avvocata Brunetti, rende concreto il sogno di avvicinare l’Istituzione alla Avvocatura attraverso uno strumento rapido e diretto, programmato per avere potenzialità future anche  dopo l’esaurimento del Fondo, e diventa il simbolo della promessa  di una futura e ininterrotta sinergia  fra gli Avvocati e la Regione Puglia tesa a percorrere e non abbandonare la strada del welfare attivo, non solo portatore di benessere economico e di best practice, ma maestro di una nuova cultura  della solidarietà e del sostegno – come ha sottolineato la dott.ssa Zampano, dirigente del Dipartimento  Promozione della salute, del benessere sociale e dello sport dell’Assessorato al Welfare della Regione Puglia –   che si traduce non solo in valore etico ma anche in valore economico.

Perché benessere  dei lavoratori e produttività, se trovano un buon incontro, non possono che produrre effetti positivi sull’intera società.

 

Piero Ferrarese

 1,082 total views,  1 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *