Micai: “La penalizzazione ci ha spaventato e influito sulla nostra testa”
4 ottobre 2018
Rally dei Trulli: auto storiche, paesaggi da sogno
5 ottobre 2018

Ciccio Brienza: “Farò di tutto per portare il mio Bari in alto”

Mancano solo pochi giorni per il suo personale debutto nella serie dilettantistica contro l’Igea Virtus ed il capitano del Bari, Ciccio Brienza è carico come se fosse ancora un giovincello, pronto nell’eventualità a giocare nel ruolo di mezz’ala. Ieri è intervenuto in sala stampa ed ha dichiarato: “essere di nuovo qui è emozionante. Questa è la mia nuova vita in biancorosso. Stimolante più che mai. Voglio dimostrare che nonostante la mia età posso ancora esprimere qualcosa sul campo. Giocare in Coppa nel ruolo di regista è stato un esperimento utile, perché avevo bisogno di ritrovare il ritmo partita in gare ufficiali. Quando ho iniziato a giocare ero una attaccante puro, poi ho ricoperto più ruoli dal trequartista, alla mezz’ala al regista basso, come è avvenuto anche lo scorso anno contro l’Empoli”. Sulle sue parole qualche tempo fa: “Quando ho detto ripartiamo dalla polvere per arrivare in paradiso è perché dopo quello che è accaduto quest’estate, Bari può solo risalire. Bari merita altri palcoscenici. Resta il rammarico comunque che avremmo potuto osare di più l’anno scorso, ma ripartiamo. Dispiace per il gruppo di lavoro che si era creato. Sull’espulsione di Cittadella, mi scuso ma è andata così ed ero comunque sereno di aver dato tutto. Ho sempre detto che volevo festeggiare 40anni in A, ora mi ritrovo qui con tantissimo entusiasmo. Il mio obiettivo è riportare il Bari più in alto possibile finché ne avrò forza per farlo. Lavoro moltissimo sulla forza rispetto a quando ero più giovane”. Sul suo futuro da dirigente o con un ruolo di primo piano in società ha detto: “La società mi ha dato massima disponibilità affinché io possa dare il mio contributo in campo e poi vedremo che succederà dopo. Più che come allenatore mi vedo come osservatore”. Infine un’ultima pillola sulla cornice di pubblico con la tifoseria che ha raggiunto quasi le diecimila tessere: “L’ambiente biancorosso ha risposto alla grade, ma non è una sorpresa. Nella sfortuna, i tifosi oggi hanno una società credibile e solida come questa”. Intanto, ieri che è stato ufficializzato Nicola Turi, giovane terzino classe 1998, indosserà la maglia numero 28. Stasera il fantasista barese Ciccio Brienza sarà premiato presso Villa Romanazzi, a margine della manifestazione CSEN per il contributo e la massima professionalità che ha dimostrato nelle ultime stagioni con la maglia biancorossa.

Marco Iusco

 

198 Visite totali, 1 visite odierne

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *