Mister Carrera: “Serve sacrificio e continuare ad avere cattiveria”
4 Marzo 2021
Aldo Papagni e la 500esima panchina
5 Marzo 2021

“I gol? Ringrazio D’Ursi e Antenucci”

Manuel Marras l’uomo della Provvidenza? Forse, ma di sicuro è il nostro numero dieci, Manuel Marras, uno dei leader di spicco insieme a Mirco Antenucci del gruppo biancorosso che mercoledì sera ha contribuito in modo determinante alla vittoria. Peril giocatore estroso del Bari, è la terza doppietta stagionale da quando è Bari, la prima era avvenuta con il Potenza, poi alla prima di ritorno contro la Virtus Francavilla ed ecco mercoledì il dessert è stato servito contro la Juve Stabia. Contro quella Juve Stabia, con la quale Marras sembra avere un conto aperto, dato che una delle dieci reti segnate nella scorsa stagione con la maglia del Livorno è avvenuta sempre alle Vespe. L’ex giocatore amaranto sempre nello scorso campionato ha realizzato dieci reti e svariati assist, quest’anno è vicino a poter per lo meno uguagliare quel record, oltre a sei assist già realizzati. Le sue dichiarazioni nel post gara rilasciate ai microfoni di RadioBari, partner ufficiale della Ssc Bari: “L’importante è cercare di dare continuità ai risultati, ci siamo riusciti. È sempre importante trovare la via del gol. Il primo è stato una bella giocata di D’Ursi che mi ha trovato sul taglio, mentre nell’altro è stato bravo Antenucci con i tempi a trovare la giocata giusta. Sappiamo che dobbiamo fare sempre così, cercando di ottenere il massimo possibile. Ora ci stiamo sacrificando tanto e penso che si veda in campo. Siamo messi molto bene, concentrati, abbiamo fatto un’ottima partita dal punto di vista di compattezza di squadra. Con Antenucci tra le linee, che ha qualità incredibili, e con Cianci punta di riferimento è molto importante”. Sulle sue doppiette oramai una costante, il numero dieci ha concluso: “Quest’anno mi è nuovo, è un buon vizio, in carriera non ne avevo mai fatte. Le quattro punte? Con Auteri l’avevamo fatto nei secondi tempi per recuperare le gare. Ovviamente certe giocate con una punta di riferimento sono diverse e più congeniali alle nostre caratteristiche. Gli esterni devono sacrificarsi di più rispetto a prima, proprio come ha fatto oggi D’Ursi a cui va un plauso oltre per l’assist. L’esempio di un compagno che fa una corsa in più dà uno stimolo. L’abbraccio a Di Cesare? Valerio me l’aveva detto prima della partita che avrei fatto gol, sono andato ad abbracciarlo. Lo spirito del gruppo è importantissimo, altrimenti si fa fatica. La dedica? Alla mia ragazza e alla mia famiglia”. Intercettato ai microfoni di RadioBari l’attaccante dei biancorossi, Eugenio D’Ursi, per tutti ‘Gegè’, anche lui tra i migliori in campo ed autore dell’assist a Marras, in occasione del primo gol, ha detto: “Stiamo andando bene e dobbiamo continuare così che ancora non abbiamo fatto e dimostrato nulla. Qualcosa ci inventiamo sempre lì davanti, siamo tutti forti, anche chi non gioca quando entra in campo dimostra di valere e dà sempre il suo determinante contributo. Dobbiamo continuare così. Sto facendo bene, posso giocare in tutti ruoli, in quel ruolo mi trovo bene e spero di continuare così. Sono soddisfatto sia per me stesso che per la squadra, dobbiamo continuare su questa squadra. Il mister mi dà fiducia, mi viene a parlare, mi dà i consigli. Io seguo quello che mi dice lui. Il mister dice sempre che mi alleno a mille all’ora per rincorrere gli avversari per tutta la partita. Non avevo visto Marras e Antenucci sennò mettevo la palla in mezzo come domenica scorsa, quando arrivi sotto porta perdi sempre di lucidità. Concludo dicendo Sim fort ”. (Ph. Tess Lapedota)

Marco Iusco

 347 total views,  1 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *